Vecchio Amaro del Capo

Amaro alle erbe, liquore estratto dalle erbe del Monte Poro e di Capo Vaticano.
Sulle pendici del monte poro alto poco più di 700 metri, crescono pregiate erbe che beneficiano di un clima marino e di una temperatura ideale. Ciò favorisce nella pianta lo sviluppo di quegli aromi e virtù salutari che contribuiscono al successo di questo Amaro.

Il Vecchio Amaro del Capo è un liquore  di colore scuro, gusto dolce mandorlato dal retrogusto ricco di aromi erbacei.

Come si produce: le essenze delle erbe, frutti, radici circa una trentina, tra le quali la liquirizia, la menta, l’arancio, l’anice e vari agrumi, si mettono a macere per qualche giorno in un vaso di vetro riempiendo  lo stesso con alcol purissimo,  poi si procede sciogliendo lo zucchero nell’acqua bollente che, dopo averla raffreddata, si aggiunge alle erbe. Si mescola bene il tutto lasciando in riposo per altri 4/5 giorni. Si filtra su garza e si imbottiglia chiudendo ermeticamente. Infine il prodotto viene fatto amalgamare per almeno 4 mesi.

Uso gastronomico: come digestivo e corroborante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *